Mauro Pinel

 

Una storia affascinante: il segretario d’azienda s’innamora della figlia del fornaio e rispolvera la passione di preparare le frittelle che da piccolo lo faceva tanto divertire in compagnia della mamma. Una storia che profuma di cose genuine come fosse una farina integrale di quelle che Pinel ama tanto: quelle dove c’è il germe, c’è la crusca, dove non serve aggiungere altro perché hanno già tutto all’interno.
Attorno agli anni ’90 Mauro Pinel decide di provare per qualche mese il lavoro del panettiere andando ad aiutare il Signor Finotto che negli anni ’70 aveva acquistato il forno del centro storico di Jesolo. E’ in questo momento che Pinel si lascia infarinare dal panettiere e subito si ritrova a passare tutti i pomeriggi nel laboratorio, a negozio chiuso, lì a dedicarsi ai primi esperimenti di pasticceria da forno e alla biscotteria.

 

Questa rinnovata passione per i dolci porta Pinel ad iscriversi ai primi corsi professionali di pasticceria e panificazione con lievito madre presso l’Istituto Etoile di Sottomarina di Chioggia, Venezia. Formazione, tanta pratica tutti i giorni e dopo quattro mesi lievitano le prime focacce di Mauro Pinel.
Due anni dopo si libera una stanza nel palazzo in cui sorge il panificio: è il 1993 e nasce così il piccolo laboratorio di pasticceria di Mauro Pinel con un forno dedicato
Lo studio diventa sempre più importante per il miglioramento e l’affinarsi delle tecniche: gli incontri professionali presso Cast Alimenti di Brescia, i quindici anni di corsi al Molino Quaglia e poi la Richemont Club School di Lucerna e il Felchlin Chocolat, entrambi in Svizzera.

 

Mauro Pinel ha cominciato così ad essere conosciuto nel settore della panificazione e della pasticceria tanto che la Rai, Rete 4, Antenna 3 e TL7 Francia lo chiamano come consulente di Pane e Pasticceria, riceve il privilegio di essere inserito in alcuni libri del settore (Premiati Forni d'Italia, Le Pain Tout un Monde, Il Golosario) e gli si pubblicano inserti su diverse riviste specializzate (Arte Bianca, Il Panificatore, Pasta e Pizza, …).
Dal 2014 la figura di Mauro Pinel è riportata nel registro di Eccellenze Italiane.

 

Artigiani della tradizione

La storia del pane a Jesolo è strettamente collegata a quella della mia famiglia. 

Tutto ebbe inizio nel 1894, quando fu fondato il primo panificio della città di Jesolo nello stesso locale dove ancora oggi si trova il mio laboratorio.
Una canna fumaria di una stanza in pietra spiccava sul profilo che i pochi edifici degli anni ’40 disegnavano sul cielo di quello che sarebbe poi diventato il centro storico della città.
Il camino era quello del forno a legna del panificio che negli anni ’70 fu acquistato dal Signor Finotto, il padre di Monica, mia moglie. Qui ci lavorava l’intera famiglia: padre, madre e le tre figlie; tutti concentrati sul pane della tradizione da fare con le braccia, le mani e il solo aiuto di una piccola impastatrice e del forno.
I genitori nel laboratorio e le figlie al bancone del negozio completamente arredato con il legno che negli anni ha lasciato spazio alla trasparenza verso l’esterno e a spazi più ampi.

Intorno agli anni ’90 sono entrato anche io a far parte di questa realtà familiare in cui ho dato subito il via al mio piccolo laboratorio di pasticceria. D’un tratto è cominciata così la mia avventura notturna, fatta di pazienti impasti e tempi dilatati, profumi morbidi e delicati che piano-piano escono dal negozio per accompagnare il risveglio della città.

E’ stato amore.
Una passione che ti rapisce, su cui c’è da investire giorno dopo giorno, che ti porta via il sonno e ti innesta sempre nuove idee. Si accende alle 4 e mi fa scendere dal letto alle 5 della mattina, mi chiede di non mancare le ricorrenze particolari, di fare attenzione alle stagioni, di sapermi gestire spazi ridotti, di mantenerlo il più semplice e naturale possibile; vuole tutta la mia pazienza, l’attenzione, la creatività e l’organizzazione, ma poi sa ricambiare con i premi, gli impegni sempre più pressanti e la necessità di inserire il doppio dei collaboratori, sempre più preparati.

Un amore che Monica ha regalato a me e che poi, insieme, abbiamo fatto conoscere alla nostra primogenita Giulia, oggi l’artista in laboratorio, la specialista delle decorazioni.
Ma pian-pianino stiamo infarinando anche la figlia più piccola: per lei ci vorrà ancora un po’ di tempo prima che lievitino tutti i segreti.

2016

Riconoscimento Golosaria Milano

2016

Premio Forno di Qualità dalla regione Veneto

2015

Vice Presidente della
Associazione Panificatori
di Venezia e Provincia

2012

Docente di Panificazione
presso la scuola IPSSARCT
Elena Cornaro – Jesolo, Venezia

2012

Ideatore e organizzatore della
Festa del Pane di Jesolo, Venezia

2011

1° classificato al Campionato Mondiale
di Panificazione e Pasticceria
"Mondial Du Pain" per il premio
“Organizzazione, Igiene e Pedagogia”
Saint Etienne, Francia

2011

Socio Ambassadeur du Pain

2010

Consigliere Richemont Club Italia

2010

1° classificato al Campionato Italiano
di Panificazione e Pasticceria - Brescia

2010

2° classificato al Campionato Italiano
di Panificazione e Pasticceria
sezione "Pane, Gusto e Nutrizione"
Brescia

2009

Riconoscimento presso il
Salone del Gusto di Torino
per il prodotto "Panettone Innovativo"

2004

Socio Richemont Club Italia